Ritardo psicomotorio o RPM

Cosa significa RPM?

Il ritardo di sviluppo psicomotorio è definito dalla mancata acquisizione di idonee competenze posturali, cognitive, affettive e linguistiche in rapporto all’età.

Il ritardo psicomotorio è diagnosticato generalmente durante i primi mesi di vita del bambino, nel momento in cui si avverte un divario tra lo sviluppo osservato e quello che, invece, ci si aspetta da un bambino di quell’età.

Sintomi

Si manifesta attraverso diversi sintomi: ritardo lieve nel raggiungimento di tutte le tappe dello sviluppo, equilibrio e coordinazione motoria deficitarie, deficit nella qualità motoria, scarsa dissociazione delle dita nella prensione, difficoltà relazionali e scarsa tolleranza alla frustrazione, difficoltà nella percezione e rappresentazione dello schema corporeo.

Percorsi diagnostici e terapeutici

La diagnosi di ritardo psicomotorio è spesso una diagnosi dei primi anni di vita, ed è utile effettuare follow-up periodici perché talvolta può evolvere verso altre patologie.